Karima

Karima

Mi chiamo Karima e sono nata a Torino. La mia famiglia é un legame tra culture. Mia mamma è nata a Cerignola, provincia di Foggia, da genitori commercianti di frutta e verdura. Nel 1961 la mia numerosa famiglia materna, che comprendeva sette figlie, è arrivata a  Torino nel quartiere di Falchera incontrando le molte difficoltà comuni a chi emigrava dal sud Italia in quegli anni. In seguito però con tanti sacrifici, grazie all’attività di commercianti e entrando in contatto con gli abitanti del quartiere, sono riusciti a creare relazioni molto forti con la comunità. Oggi quasi tutti a Falchera conoscono la mia famiglia. Mio papà invece è tunisino. Da piccolo è vissuto nel quartiere dei pescatori siciliani ed è sempre stato in contatto con differenti culture (italiani, francesi, arabi). È arrivato in Italia 31 anni fa e si è innamorato di mia mamma e di Torino. L’incontro e il rispetto reciproco che hanno avuto i miei genitori nel conoscere e scoprire la cultura l’uno dell’altra mi ha permesso di avere un’apertura nei confronti delle altre persone, delle diverse culture e religioni. Attualmente collaboro al progetto “Almeno una Stella” presso il Centro Intercultrale di Torino seguendo ragazzi di origine straniera o arrivati da poco in Italia nel loro percorso scolastico e nel tempo libero.